0%
Attenzione: Javascript è disabilitato nel browser che si sta usando. Potrebbe non essere possibile rispondere a tutte le domande dell'indagine. Verificare le impostazioni del browser.

Questionario 2020 OAD, Osservatorio Attacchi Digitali in Italia

Le risposte al seguente questionario sono alla base dell’indagine OAD 2020, che viene svolta in maniera totalmente e rigorosamente anonima

Le domande e risposte sono generiche così da non poter risalire, da esse, all'identificazione dell'azienda/ente di chi compila, tutti i dati raccolti nell’indagine serviranno, in logica statistica, per la creazione di grafici per il rapporto finale, senza alcun riferimento a specifiche risposte. La compilazione del questionario non può pertanto ledere alcuna policy di riservatezza e confidenzialità.

Il questionario fa riferimento agli attacchi digitali intenzionali subiti e rilevati nell’intero anno 2019 e nel 1° quadrimestre 2020.

Nel rispondere, devono essere presi in considerazione solo gli attacchi che sono stati effettivamente rilevati: tali  attacchi non è necessario che abbiano creato danni ed impatti negativi all'organizzazione e ai suoi processi.

Il presente questionario è suddiviso in tre parti principali:

  • Nella prima vengono richiesti quali tipi di attacco digitale (ICT) sono stati rilevati nel 2019 e nel 1° quadrimestre 2020: se un certo tipo di attacco non è stato rilevato né nel 2019 né nel 2020, il sistema automaticamente passa alla domanda successiva.
  • Nella seconda parte il Questionario chiede generali informazioni su come è costituito il SI del rispondente quali misure di sicurezza sono in uso
  • Nella terza parte vengono richieste alcune informazioni sul tipo di azienda/ente e sul ruolo del rispondente, sempre in maniera strettamente anonima.

 

Come compilare il Questionario 2020 OAD

  • La maggior parte delle risposte sono preimpostate e basta selezionare quella o quelle che più si avvicinano alla realtà considerata. Non è detto che la risposta preimpostata coincida perfettamente con la situazione in essere e/o rilevata, chi compila deve scegliere le risposte più attinenti.
  • Talune domande e/o sottodomande appaino solo se sono state fornite certe risposte nelle domande precedenti. Ad esempio, se non si è rilevato un determinato tipo di attacco, tutte le sottodomande ad esso inerenti sono automaticamente saltate, e si passa alla domanda sul successivo attacco. Se non si sono rilevati attacchi nè nell'intero 2019 nè nel 1° quadrimestre 2020, il sistema automaticamente passa alle domande della Sezione 3 sugli attacchi più temuti nel futuro. Questi salti facilitano la compilazione, e soprattutto ne riducono significativamente il tempo complessivo.
  • E' possibile modificare le risposte fornite, prima dell'INVIO finale a conclusione della compilazione, premendo il tasto INDIETRO a sinistra in fondo alla pagina web.
  • Il tempo medio tipico per completare la compilazione del Questionario 2020 OAD  è di circa 30 minuti.

 

 

 

 I benefici per chi compila completamente il Questionario 2020 OAD

 

Grazie ai meccanismi di salto automatico delle domande sugli attacchi subiti, qualora non fossero rilevati, la compilazione dell'intero questionario richiede  circa 20-30 minuti. Perché dedicare questo tempo? Tra le varie e più importanti motivazioni:

  • il rispondere al questionario correttamente e fino alla fine consente una veloce ma puntuale verifica dei possibili attacchi subiti, e delle misure di sicurezza in essere, rispetto ad un elenco di quelle possibili;
  • il questionario fornisce in tempo reale, alla sua conclusione, una valutazione qualitativa delle misure di sicurezza digitali del Sistema Informatico considerato nel rispondere al questionario, tramite l'Indice di Sicurezza Digitale costituito dalla differenza tra le necessità di sicurezza digitale e le misure di sicurezza in essere.  La figura sottostante mostra un esempio della risposta fornita.

 

 

 

  • come ulteriore omaggio di ringraziamento per aver completato la compilazione, OAD 2020 permette gratuitamente di scaricare, in formato pdf:
  1. il numero di maggio 2020 di ISSA Journal, che tratta un argomento di frontiera nell’evoluzione delle tecniche per al sicurezza digitale: la crittografia quantistica;
  2. la seconda edizione  2019, l'ultima ad oggi, del libro di G. Saccardi, G. Di Blasio, R. Florio "Information Security e Data Protection 2019", pubblicato per i tipi di Reportec.

 

 

Ringraziamenti 

per AIPSI:   Marco R. A. Bozzetti, Massimo Chirivì, Francesco Zambon

per Malabo: Andrea Bozzetti, Marco R. A. Bozzetti, Giuseppe Cesa Bianchi, Francesco Zambon

per la Polizia Postale e delle Telecomunicazioni: dott.ssa Ciardi con i suoi collaboratori per i dati forniti

per Reportec: Gaetano Di Blasio, Paola Saccardi

 

 

Sponsor  Gold 

 

(Ad ogni conferma ufficiale verrà aggiunto il nome dello Sponsor Gold)

 

  


 

Sponsor Silver

(Ad ogni conferma ufficiale verrà aggiunto il nome dello Sponsor Silver)

   

 

 

OAD 2020 è una iniziativa 

      

   

 con la collaborazione

Questa indagine è anonima.

La registrazione delle risposte fornite all'indagine non è relativa a informazioni che consentano l'identificazione del partecipante, a meno che qualche domanda del questionario non la chieda esplicitamente.

Se è stato usato un codice di accesso per accedere a quest'indagine, questo codice non sarà registrato assieme alle risposte fornite. Il codice partecipante è gestito in un database diverso e viene aggiornato soltanto per indicare se è stata completata (o no) l'indagine. Non c'è nessun modo per abbinare i codici di accesso alle risposte all'indagine.